Privacy Policy

Il DLGs 196/2003, noto come “Legge sulla tutela della privacy”, ha lo scopo di tutelare la riservatezza dei dati personali forniti a terzi per evitarne trattamenti impropri o divulgazioni non autorizzate.

A questo proposito, SURYA SPA in qualità di “titolare” del trattamento, garantisce l’assoluto rispetto delle norme per quanto concerne l’utilizzazione dei dati che La riguardano, acquisiti in occasione del contratto d’utenza o di altre procedure commerciali ed amministrative.

Titolare del trattamento dei dati è SURYA SPA  nella persona del presidente del consiglio d’amministrazione, Sig.ra CLAUDIA ROSSI.

Responsabile del trattamento dei dati di SURYA SPA  è designato: Sig.ra CLAUDIA ROSSI.

 

FONTE DEI DATI
I dati personali in possesso di SURYA SPA  sono stati raccolti presso il Cliente e sono trattati nel rispetto della citata Legge e dei principi di correttezza, liceità e trasparenza.

 

FINALITÀ DEL TRATTAMENTO
I dati personali sono trattati nell’ambito della normale attività di SURYA SPA per le seguenti finalità:

  • finalità istituzionali connesse e strumentali alla gestione dei rapporti d’utenza (es. fatturazione o informazione);
  • finalità connesse agli obblighi previsti dalle leggi o dai provvedimenti in materia.

 

MODALITÀ DI TRATTAMENTO DEI DATI

  • Il trattamento avviene mediante strumenti manuali o informatici in modo da garantirne la sicurezza e riservatezza degli stessi;
  • I dati personali forniti sono accessibili solo a coloro che hanno effettiva necessità di trattarli per la fornitura e la qualità del servizio;
  • I dati potranno essere sottoposti ad operazioni manuali o informatiche di trattamento per ottenere informazioni statistiche, operare ricerche di mercato e migliorare la qualità del servizio offerto;
  • I dati personali sono custoditi e protetti da perdita, distruzione o da accessi non autorizzati.

 

I DIRITTI DEL CLIENTE

Il Cliente ha facoltà di esercitare i diritti previsti dall’art. 13 della Legge ed in particolare di avere conferma dell’esistenza dei dati che lo riguardano, di ottenere l’aggiornamento e la rettifica dei dati personali o, qualora vi abbia interesse, l’integrazione, nonché la cancellazione dei dati trattati in violazione della menzionata legge secondo le modalità e nei casi previsti dalla legge medesima.

ART. 7 e 9  DLGS 30 Giugno 2003, N. 196

Art 7 Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti
Art. 9 Modalità di esercizio

Articolo 7

  1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
  2. L’interessato ha diritto di ottenere
    • dell’origine dei dati personali;
    • delle finalita’ e modalita’ del trattamento;
    • della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
    • degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
    • dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualita’ di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
  3. L’interessato ha diritto di ottenere:
    • l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
    • la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non e’ necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
    • l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
  4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
    • per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorche’ pertinenti allo scopo della raccolta;
    • al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale

Articolo 9

  1. La richiesta rivolta al titolare o al responsabile puo’ essere trasmessa anche mediante lettera raccomandata, telefax o posta elettronica. Il Garante puo’ individuare altro idoneo sistema in riferimento a nuove soluzioni tecnologiche. Quando riguarda l’esercizio dei diritti di cui all’articolo 7, commi 1 e 2, la richiesta puo’ essere formulata anche oralmente e in tal caso e’ annotata sinteticamente a cura dell’incaricato o del responsabile.
  2. Nell’esercizio dei diritti di cui all’articolo 7 l’interessato puo’ conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche, enti, associazioni od organismi. L’interessato puo’, altresi’, farsi assistere da una persona di fiducia.
  3. I diritti di cui all’articolo 7 riferiti a dati personali concernenti persone decedute possono essere esercitati da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell’interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione.
  4. L’identita’ dell’interessato e’ verificata sulla base di idonei elementi di valutazione, anche mediante atti o documenti disponibili o esibizione o allegazione di copia di un documento di riconoscimento. La persona che agisce per conto dell’interessato esibisce o allega copia della procura, ovvero della delega sottoscritta in presenza di un incaricato o sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di riconoscimento dell’interessato. Se l’interessato e’ una persona giuridica, un ente o un’associazione, la richiesta e’ avanzata dalla persona fisica legittimata in base ai rispettivi statuti od ordinamenti.
  5. La richiesta di cui all’articolo 7, commi 1 e 2, e’ formulata liberamente e senza costrizioni e puo’ essere rinnovata, salva l’esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni.